Sostegno per l'Inclusione Attiva (Decreto Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 26 maggio 2016, così come modificato dal Decreto Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 16 marzo 2017)

TERMINE PREVISTO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: 31/10/2017

E’ una nuova misura di contrasto alla povertà. Prevede l’erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate, nelle quali sono presenti minorenni, figli disabili o donne in gravidanza.
L’erogazione del sussidio è subordinata ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa predisposto dai servizi sociali del Comune, in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari, le scuole, soggetti privati ed enti no profit.

Il beneficio è concesso per un periodo massimo di dodici mesi.

Il SIA nel 2017 sarà erogato ai nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti:

-  requisiti familiari: presenza di almeno un componente di minore età o di un figlio disabile, ovvero donna in stato di gravidanza accertata;
-  requisiti economici: ISEE inferiore o uguale a €  3.000,00;
-  valutazione del bisogno: da effettuare mediante una scala di valutazione multidimensionale che tiene conto dei carichi familiari, della situazione economica e della situazione lavorativa, in base alla quale il nucleo familiare richiedente deve ottenere un punteggio uguale o superiore a 25.

Ciascun componente il nucleo familiare richiedente, deve inoltre  essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) essere cittadino italiano o comunitario ovvero familiare di cittadino italiano o comunitario non avente la cittadinanza di uno stato membro che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; essere cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; essere titolare di protezione internazionale;
b) essere residente in Italia da almeno due anni (al momento della presentazione della domanda);
c) non essere in possesso di autoveicoli immatricolati la prima volta nei dodici mesi antecedenti la richiesta;
d) non essere in possesso di autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc (250 cc in caso di motoveicoli) immatricolati la prima volta nei 3 anni precedenti la richiesta;
e) non essere  già beneficiario della NASpI, dell’ASDI, o di altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati o della carta acquisti sperimentale
f) non ricevere già trattamenti superiori o uguali a 600 euro mensili , elevati a 900 euro in caso di presenza nel nucleo di persona non autosufficiente, come definita ai fini ISEE e risultante nella  DSU;
g) non avere acquistato un’automobile nuova (immatricolata negli ultimi 12 mesi) o non possedere un’automobile di cilindrata superiore a 1.300 cc o un  motoveicolo di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati negli ultimi 3 anni; sono fatti salvi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità ai sensi della disciplina vigente.


IL CONTRIBUTO VERRA’ EROGATO ATTRAVERSO UNA CARTA PREPAGATA.

Una volta verificati tutti i requisiti e ottenuta la concessione del contributo da parte dell’INPS, il soggetto incaricato del servizio di gestione delle carte acquisti (POSTE ITALIANE) distribuirà le carte prepagate SIA ai titolari che saranno caricate del relativo importo a decorrere dal bimestre successivo a quello di presentazione della richiesta.
Con la Carta si possono effettuare acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati a lcircuito Mastercard. La Carta può essere anche utilizzata presso gli uffici postali per pagare le bollette elettriche e del gas e dà diritto a uno sconto del 5% sugli acquisti effettuati nei negozi e nelle farmacie convenzionate, con l’eccezione degli acquisti di farmaci e del pagamento di ticket.
Non è possibile prelevare contanti o ricaricare la Carta.