Acquisto della cittadinanza

 
 
 
Breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili
La cittadinanza italiana si acquisisce
per nascita (madre o padre cittadino italiano)
per nascita su territorio italiano, da genitori ignoti od apolidi o se il figlio non segue la cittadinanza dei genitori per la loro legge nazionale;
per filiazione, nel caso di minore straniero riconosciuto come figlio o adottato da cittadino italiano
lo straniero che acquisisce la cittadinanza italiana la trasmette ai figli minori conviventi.
Requisiti:
Cittadinanza italiana per beneficio di legge
Possono presentare domanda
lo straniero il cui padre, madre o nonno sia stato cittadino italiano per nascita, legalmente residente in Italia da almeno due anni al compimento dei 18 anni e che dichiari di voler diventare cittadino entro l'anno successivo,
lo straniero nato in Italia e che vi abbia risieduto legalmente e senza interruzione fino al raggiungimento della maggiore età; la richiesta è presentata al Comune di residenza entro un anno dal compimento della maggiore età.
Cittadinanza italiana per naturalizzazione ordinaria
Possono presentare domanda
lo straniero del quale un genitore od un nonno siano stati cittadini italiani per nascita
lo straniero nato in Italia e residente legalmente ed ininterrottamente da almeno 3 anni
lo straniero maggiorenne adottato da cittadino italiano, dopo 5 anni di residenza legale dopo l'adozione
lo straniero che abbia prestato servizio dipendente dello stato, anche se all'estero, per almeno 5 anni
l'apolide residente legalmente ed ininterrottamente da almeno 5 anni
lo straniero non comunitario residente legalmente e ininterrottamente in Italia da almeno 10 anni
i cittadini dei Paesi dell'Unione Europea residenti legalmente ed ininterrottamente in Italia da almeno 4 anni.
Cittadinanza italiana per matrimonio
Possono presentare domanda
I coniugi stranieri o apolidi di cittadini italiani, trascorsi almeno 2 anni di residenza legale in Italia dopo il matrimonio o, dopo almeno tre anni dal matrimonio, se residenti all'estero.
I termini sono ridotti della metà in presenza di figli, nati od adottati dai coniugi.
Al momento dell'adozione del decreto NON deve essere intervenuto lo scioglimento, l'annullamento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio e non deve sussistere separazione personale tra coniugi.
Oltre ai requisiti suddetti è richiesta l'assenza di precedenti penali, il rispetto degli obblighi fiscali e l'autosufficienza economica.
normativa
D.P.R. 3.11.2000 n. 396
Decreto Presidente della Repubblica 445/2000
art 15 Legge 12.11.2011 n. 183
Note:
 
 
Responsabile del Procedimento
Fabio Chiapponi Tel. 0385/249234
e-mail: fabio.chiapponi@comune.stradella.pv.it

Laura Botta Tel. 0385/249232
e-mail: laura.botta@comune.stradella.pv.it
 
 
Ove diverso, il soggetto competente all'adozione del provvedimento finale e recapiti
Paolo Maggi
Tel. 0385/249231
email: paolo.maggi@comune.stradella.pv.it

 
 
Referenti e modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino
Paolo Maggi
Tel. 0385/249231
email: paolo.maggi@comune.stradella.pv.it
 
 
Termine fissato per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso
Decreto di concessione entro 2 anni.
Giuramento entro 6 mesi dal Decreto.
 
 
Atto conclusivo
La cittadinanza viene concessa con Decreto del Presidente della Repubblica e prevede anche una valutazione discrezionale.
La richiesta può essere respinta entro 2 anni, con decreto ministeriale, per motivi di interesse pubblico o per condanne per particolari reati commessi in Italia o all'estero. Il cittadino italiano per naturalizzazione trasmette la cittadinanza ai figli minori conviventi stabilmente ed effettivamente con il genitore alla data d'acquisto della cittadinanza. Il Decreto di concessione della cittadinanza è sottoposto alla condizione di efficacia del giuramento da rendere dinanzi all'Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza, entro 6 mesi dalla notifica del decreto.
Il giuramento ha il seguente contenuto "Giuro di essere fedele alla Repubblica Italiana e di osservare la Costituzione e le leggi dello Stato".
La cittadinanza decorre dal giorno successivo al giuramento.
Per il giuramento è necessario concordare un appuntamento con l'Ufficio di Stato Civile.
 
 
Procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato ovvero il procedimento può concludersi con il silenzio-assenso dell'amministrazione

 
 
Atti e documenti da allegare all'istanza e modulistica
Collegarsi al sito del Ministero dell’ Interno in quanto i procedimenti sono di competenza di questo attraverso la Prefettura (Ufficio territoriale di Governo) di Pavia.


 
 
Ufficio a cui presentare l'istanza
Per le domande di cittadinanza per naturalizzazione alla Prefettura di Pavia, Piazza Guicciardi Pavia.
Per informazioni circa l'acquisizione della cittadinanza per beneficio di legge o la riacquisizione contattare Ufficio Demografico dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30.
 
 
Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli

 
 
Link di accesso al servizio on line
Non previsto
 
 
Eventuale spesa prevista

 
 
Modalità per l'effettuazione dei pagamenti

 
 
Nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè modalità per attivare tale potere

Segretario Generale: Dott.ssa Elisabetta D'Arpa - tel. 0385/249211
Pec: comune.stradella@pec.provincia.pv.it

 
 
Risultati del monitoraggio periodico concernente il rispetto dei tempi procedimentali
In corso di aggiornamento