IMU/ICI

Il Consiglio Comunale ha deliberato le aliquote IMU per il 2017 mantenendole invariate rispetto all'anno 2016 come prevede la legge di Stabilità
In allegato a fondo pagina la deliberazione comunale n. 11 del 12.01.2017

 
 
 
.


 
 
 
Aliquota ordinaria
10,25 per mille
Aliquota ridotta per abitazione principale cat. A/1 A/8 e A/9 e relative pertinenze così come definite dall'art. 13, comma 2 DL 201/2011
4,70 per mille (detrazione € 200,00)
Aliquota per fabbricati produttivi cat D
10,25 per mille (di cui 7,60 per mille risevata allo stato)
Aliquota fabbricati A10 ( uffici e studi) - D5 (banche assicurazioni) ed aree fabbricabili
10,60 per mille
Aliquota Terreni Agricoli (non condotti)
10,25 per mille
 
 
 
 
 

L’Imposta Municipale Propria (IMU) costituisce la componente di natura patrimoniale della IUC, dovuta dal possessore di immobili.

Si ricorda che non è dovuto il versamento dell’IMU per i seguenti immobili:

  1. Abitazione principale e relative pertinenze (una per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7), di categoria catastale diversa da A1, A8 e A9.
  2. Abitazione principale e pertinenze di proprietà di anziani o disabili in  ricovero o casa di cura di categoria catastale diversa da A1, A8 e A9, se tenute a propria disposizione;
  3. Unità immobiliari appartenenti a cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale e pertinenze dei soci assegnatari;
  4. Fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, finchè permane tale destinazione e non locati.
  5. I fabbricati rurali strumentali.
  6. terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti e da imprenditori agricoli professionali di cui all'art. 1 D.Lgs. 99/2004, iscritti nella previdenza agricola.

La detrazione per l'abitazione principale (abitazioni di lusso A/1, A/8 e A/9)  è stabilita nella misura di €. 200,00 .
Non sono più concesse detrazioni per i figli a carico.


 

IMU su immobili concessi in comodato gratuito (comma 10 legge di Stabilità 2016): le impostazioni valide per gli anni precedenti sono completamente eliminate e viene introdotta una sola forma di comodato gratuito con riduzione del 50% della base imponibile. Si tratta di una impostazione molto restrittiva in quanto limita le possibilità del comodato gratuito a pochi casi: si deve essere proprietari di un solo immobile oppure di 2 immobili ma in tal caso uno dei due deve essere necessariamente abitazione principale del proprietario. In più c'è la condizione che l'immobile (o i due immobili) sia presente nello stesso comune dove si ha la residenza e la dimora abituale. Sono esclusi i comodati per le abitazioni di lusso (Cat, A1, A8 e A9) Per ulteriori dettagli consultare la sezione Comodato gratuito

Il 16 dicembre 2016 è scaduto il saldo per pagare l'acconto IMU e TASI.

Si ricorda che in caso di mancato o parziale pagamento alle date di scadenza è possibile effettuare un tardivo versamento (ravvedimento operoso), pagando una sanzione ridotta e gli interessi legali sull’imposta ancora dovuta.

INFO E CALCOLO RAVVEDIMENTO OPEROSO

 
 

DICHIARAZIONE IMU

Scadenza dichiarazione IMU:
Entro il 30 giugno 2017  va presentata la DICHIARAZIONE IMU
limitatamente ai casi in cui essa sirenda necessaria.
Per maggiori dettagli in merito si rimanda al modello ed alle istruzioni