IL SALAME NOSTRANO DI STRADELLA

 
 
 
Fette di salame

Nell’elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) della Regione Lombardia dall’aprile 2013 compare il Salame Nostrano di Stradella, che, dal luglio 2012, è anche una della quattro De.Co. riconosciute e deliberate dal Comune.

Per quanto riguarda il Salame Nostrano, la cui produzione è ammessa nell’intero territorio del Comune, la motivazione di base è legata alla tradizione dell’allevamento del maiale.

Per il Salame Nostrano nello specifico vengono utilizzate carni di maiali provenienti da macelli certificati della province di Pavia, Cremona e Parma non inferiori a 180 kg e a 9 mesi di vita, con scelta esclusiva di tagli pregiati e raffreddate almeno una notte prima di essere macinate a grana grossa, impastata con l’aggiunta di sale, pepe, aromi, zuccheri.
Interviene nella preparazione anche il vino, tenuto una notte in una brocca con aglio e successivamente filtrato.


L’impasto viene insaccato in budella naturali, fatto asciugare e fatto stagionare per un periodo variabile fra gli 80 giorni (filzette) e molto più lungo per i cuciti. La stagionatura avviene in cantine con pareti e pavimenti in mattoni e adeguato grado di umidità. Non sono utilizzate farine e starter per la fermentazione e la formazione di muffe, del tutto naturali e spazzolate se in eccesso. Il prodotto finale si presenta in pezzature dai 500 ai 1200 grammi.

 
 
 
 

In collaborazione con la Salumeria Valle Bruno di Stradella