AVVISO PUBBLICO PER L'ASSEGNAZIONE DEL CONTRIBUTO REGIONALE DI SOLIDARIETÀ 2019 PER GLI ASSEGNATARI DI SERVIZI ABITATIVI PUBBLICI


FINALITA' E OGGETTO DELL’ AVVISO
Regione Lombardia intende sostenere gli assegnatari dei servizi abitativi pubblici in comprovate difficoltà economiche, attraverso il riconoscimento di un contributo disolidarietà, come previsto dall’art. 25, comma 3 della Legge Regionale n. 16 del 08.07.2016.
Il contributo regionale di solidarietà si qualifica come una misura di tipo solidaristico, finalizzata a sostenere i nuclei familiari, già assegnatari dei servizi abitativi pubblici,impossibilitati a far fronte ai costi della locazione sociale, dati dalla somma del canone di locazione e delle spese per i servizi comuni.

RISORSE FINANZIARIE REGIONALI PER IL 2019
Le risorse regionali 2019 destinate al contributo regionale di solidarietà per gli inquilini della case comunali, ammontano complessivamente a euro 22.252,26.


DESTINATARI DEL CONTRIBUTO REGIONALE DI SOLIDARIETÀ PER IL 2019
Destinatari del contributo regionale di solidarietà, di cui al presente Avviso, sono i nuclei familiari assegnatari dei servizi abitativi pubblici a canone sociale,appartenenti alle aree della Protezione e dell’Accesso, di cui all'art. 31della L.R. 27/2009.


REQUISITI PER ACCEDERE AL CONTRIBUTO REGIONALE DI SOLIDARIETÀ
Possono presentare domanda per l’assegnazione del contributo regionale di solidarietà gli assegnatari dei servizi abitativi pubblici, di cui al punto 3, in possesso dei seguenti requisiti:


- aver adempiuto all’obbligo dell’aggiornamento dell’ultima anagrafe utenza;
- essere inclusi, in base alla documentazione presentata nell’ultima anagrafe utenza, nell’Area di Protezione e nell’Area di Accesso, ai sensi dell’art. 31, comma 4 della L.R.27/2009;
- trovarsi, per un peggioramento della situazione economica del proprio nucleo familiare, nell’impossibilità effettiva a sostenere il costo della locazione sociale, dato dalla somma delle spese per il canone di locazione e delle spese per i servizi comuni;
- possedere un periodo minimo di permanenza negli alloggi SAP, individuabile in 12 mesi dalla data distipula del contratto di locazione sociale;
- di avere un debito verso l’ente proprietario per canoni di locazione e/o per i servizi comuni connessi alla locazione, non superiore ad euro 8.000,00 (ottomila euro);
- avere un ISEE in corso di validità non superiore a € 15.000;


Gli assegnatari dei servizi abitativi pubblici di cui al punto 3, in possesso dei suddetti requisiti devono, altresì, impegnarsi a:


- sottoscrivere il Patto di Servizio con l’ente gestore, che disciplina gli impegni reciproci;
- corrispondere regolarmente le mensilità del canone di locazione a far data dalla sottoscrizione del Patto di Servizio;
- mantenere aggiornata la propria posizione anagrafica ed economico - patrimoniale nell’ambito dell’anagrafe utenza;
- se disoccupato ed in età lavorativa (per i componenti disoccupati dei nuclei familiari beneficiari) attivare un percorso di politica attiva del lavoro presso uno degli operatori accreditati all’albo regionale per i servizi al lavoro entro tre mesi dalla data di sottoscrizione del Patto di Servizio.


ENTITA'E FINALITA' DEL CONTRIBUTO REGIONALE DI SOLIDARIETA'
Il contributo regionale di solidarietà per i nuclei familiari già assegnatari di SAP che si trovano in una condizione di comprovata difficoltà economica, è pari ad un importo massimo di:


- € 2.500 per i nuclei familiari con un ISEE da zero a € 7.000
- € 2.000 per i nuclei familiari con un ISEE da € 7.001 a € 9.000
- € 1.500 per i nuclei familiari con un ISEE da € 9.001 a € 15.000


Il contributo è finalizzato:
- in primo ordine alla copertura delle spese dei servizi comuni a rimborso dell’anno 2019, comprese le bollette di conguaglio dei servizi emesse nel 2019;
- in secondo ordine, e fino al raggiungimento del valore massimo fissato per le fasce ISEE, come credito per la locazione sociale del nucleo familiare, compresa la copertura del debito  pregresso, secondo modalità che saranno definite dal Nucleo di Valutazione istituito a supporto del responsabile del procedimento.


MODALITÀ E TEMPI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Al fine di ottenere ilcontributo regionale di solidarietà gli assegnatari dei servizi abitativi pubblici in possesso dei requisiti di cui al precedente articolo 4, potranno presentare richiesta di contributo  a partire dal  01/02/2020 ed entro le ore 12:00 del 31/03/2020.
La domanda di accesso al contributo regionale di solidarietà deve essere presentata unicamente sul modulo predisposto, sotto allegato e disponibile  anche presso l’Ufficio Interventi Sociali   nei seguenti giorni e orari: Lunedì dalle 10.00 alle 12.00e dalle 15.00 alle 17.00 – Martedì dalle 9.00 alle 12.00 e Venerdì dalle 10.00 alle 12.00.


ISTRUTTORIA DELLA DOMANDA E FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA

La verifica di ammissibilità della domanda, relativa al controllo della sussistenza dei requisiti di cui al precedente articolo 4 è in capo al Nucleo di Valutazione istituito.
La graduatoria delle domande ammissibili, verrà formulata tenendo conto dell'ISEE in ordine crescente.
Entro i successivi 15 giorni dalla pubblicazione della sopra citata graduatoria gli inquilini beneficiari del contributo regionale di solidarietà, dovranno sottoscrivere il Patto di Servizio con il Comune di Stradella. Nel caso in cui il beneficiario del contributo non sottoscriva il Patto di Servizio, il contributo regionale di solidarietà viene revocato con provvedimento espresso dell’ente proprietario.


MOTIVI DI NON AMMISSIBILITA’ DELLE DOMANDE
Non verranno ammesse:
a) le domande redatte in maniera incompleta, ovvero dalle quali si evinca palesemente la mancanza di uno dei requisiti previsti;
b) le domande non debitamente firmate;
c) le domande prive in tutto o in parte della documentazione richiesta e necessaria alla valutazione.


CONTROLLI
Il Comune di Stradella erogatore del contributo può svolgere controlli a campione per verificare la veridicità delle dichiarazioni rese dai richiedenti. Qualora a seguito del controllo risultasse che il contributo regionale è stato indebitamente riconosciuto, il Comune di Stradella procederà alla revoca immediata dell'assegnazione del contributo.


MODALITA' DI RICHIESTA CHIARIMENTI E INFORMAZIONI
Per qualsiasi chiarimento o informazione sui contenuti del presente Avviso, è possibile rivolgersi a:Comunedi Stradella – Ufficio Interventi Sociale – email:elena.barbarini@comune.stradella.pv.it - telefono 0385/249265


INFORMATIVASULL'USO DEI DATI PERSONALI E SUI DIRITTI DELDICHIARANTE REGOLAMENTO U. E. 2016/679
I dati personali forniti dal cittadino, ai sensi del GDPR 2016/679 saranno raccolti soltanto per lo svolgimento delle funzioni istituzionali da parte del Comune.
Il cittadino, ai sensi del GDPR 2016/679 ha diritto di accedere ai dati che lo riguardano e di rettificare, aggiornare,cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

Titolare del trattamento è il Comune di Stradella,nella persona del suo Legale rappresentante.
Tutti i dati personali (comuni identificativi,sensibili e/o giudiziari) comunicati al Comune di Stradella saranno trattati esclusivamente per finalità istituzionali nel rispetto delle prescrizioni previste Regolamento 679/2016/UE.
Il trattamento dei dati personali avviene utilizzando strumenti e supporti sia cartacei che informatici.
Il Titolare del trattamento dei dati personali è il Comune di Stradella.
Il Data Protection Officer/Responsabile della Protezione dei dati individuato dall’Ente e il seguente soggetto: Avv Stab.Erika Bianchi